Vetreria artistica Barovier & Toso

Coppa Barovier – Museo del Vetro di Murano

BAROVIER & TOSO, Fondamenta Vetrai, Murano (Venezia) Storica e prestigiosa vetreria muranese. I Barovier sono documentati come artigiani del vetro a Murano sin dalla seconda metà del 1200, ma è nel 400 con Angelo Barovier che si hanno notizie precise su vere e proprie produzioni artistiche. E’lui infatti l’inventore del vetro cristallino (o cristallo), puro e incolore, che apre nuove strade all’arte vetraria veneziana, e a lui è attribuita la famosa Coppa Barovier, conservata al Museo del vetro di Murano, una coppa nuziale realizzata in vetro blu scuro, adorna di splendidi medaglioni smaltati, forse opera della figlia Maria. In un Inventario della bottega risalente al 1496 sono elencati le produzioni più tipiche della fabbrica: coppe di vetro azzurro o bianco (lattimo), vasi di calcedonia, tazze di circostanza.Tra il Rinascimento e il Barocco, a Murano si possono incontrare ben tre vetrerie dei Barovier, sotto differenti stemmi: l’angelo, la campana e la stella. Alla fine del XVIII°secolo la Repubblica di Venezia, conquistata da Napoleone e ceduta all’Austria, iniziun lungo periodo di declinoBarovier continuano però la loro produzione, mandano i propri figli a fare esperienza presso la nuova e formidabile vetreria Salviati. Da questo incontro nascerà nel 1896 la Artisti Barovier, poiVetreria artistica Barovier & C., e infine, dall’associazione con la vetreria Ferro Toso, nel 1936 la ferro Toso Barovier poi Barovier & Toso. Alla fine dell’800 Benvenuto e Giuseppe Barovier introducono la lavorazione detta demurrinfusi, opacho trasparenti, dalla vivace policromia, prime prove muranesi di una vetreria moderna, svincolata dagli stili storici imperanti nell’isola, ecome tali accolte all’Esposizione degli artisti ribelli di Ca’ Pesaro del 1913, ed alla Biennale di Venezia del 1914; sempre agli inizi del 900 brevettano la produzione del vetro madreperla e il rosso corniola senza oro.Ed è proprio il 900 il secolo della rinascita per i Barovier, grazie soprattutto aErcole(1889-1974), raffinato e intraprendente artista, che apre la vetreria all’apporto di pittori, designer, scultori; attento alle tendenze dell’arte contemporanea, si mantiene però fedele ad un tessuto vitreo ricco, intensamente colorato e decorato. L’Art Déco influisce naturalmente sul lavoro degli artisti: sono di quest’epoca gli animali soffiati, i grandi vasi a policrome murrine trasparenti, le cui tessere formano motivi floreali stilizzati (1925 circa), ed i vasi e gli animali soffiati della serie “Primavera” (1929), in vetro biancastro striato e craquelé, profilati da grossi filamenti vitrei neri. Gli anni trenta sono caratterizzati da una produzione in materiale vitreo suggestivo, a spruzzature d’oro e d’argento, a bolle d’aria ed inclusioni di materiali diversi con effetti inconsueti. Una tecnica tipica della vetreria in questi anni è la colorazione a caldo senza fusione,con particolari effetti materici all’interno della massa vetrosa.Nel 1937 i cristalli a bolle interne con grosse applicazioni a stelle, anelli e spirali valgono a Barovier il Grand Prix di Parigi, ma il maggiore successo commerciale sono i Rostrati (1938), caratterizzati da grosse punte rifrangenti la luce, ottenute con un particolare espediente tecnico e brevettati. Tra i più raffinati pezzi novecentisti vanno annoverati inoltre i Rilievi aurati e argentati, (ciotole con frutta, fiori e foglie a rilievo, ricoperti da una foglia d’oro e d’argento,1940). Nel difficile dopoguerra la vetreria continua il suo percorso di ricerca, con modelli dalle forme squadrate e geometrizzanti, arricchite da decorazioni policrome eseguite a caldo in fornace. La serie comprende i famosi Damasco Corinto, spruzzati d’oro ed iridati, di incredibile grazia, edaltri modelli significativi, come i Murrino(1948), i Millefili (1956), Argo (1958), Siderei (1966), Rotellati (1970), Neomurrini (1972), dove il vetro è decorato da tessere di colore diverso, sezioni di canne millefiori, ecc. Il genio di Ercole Barovier vale all’azienda riconoscimenti ufficiali dal Regno d’Italia (1924, 1939) e dalla Repubblica Italiana (1952), la medaglia d’oro alle Triennali di Monza (1930) e di Milano (1933, 1954), lamedaglia d’argento alla Triennale di Milano (1957) e il Grand Prix alla Esposizione internazionale delle arti decorative di Parigi (1937), la segnalazione d’onore al Compasso d’oro (1956). 

La storia della Barovier e Toso continua la propria evoluzione, con la scelta strategica, verso la fine degli anni ottanta, di abbandonare l’oggettistica per puntare sui prodotti per l’illuminazione classici e contemporanei, aprendosi alla collaborazione di noti artisti come Matteo Thun, Toni Zuccheri, Renato e Giusto Toso. Si riprendono dall’archivio, reinterpretandoli e applicandovi una tecnologia avanzatissima, pezzi iconici, come la lampada da tavolo Camparino, o il lampadario in vetro soffiato Venezia 1295; diventano icone opere come il Taif, lampadario in vetro nero opaco e pendenti di cristallo trasparente, nato per la reggia del re dell’Arabia Saudita (ma in Italia lo si può ammirare anche nella hall del Biblos Art hotel di Verona), il Dhamar, a 12 luci o il Perseus, disegnato nel 2015 da Marcel Wanders, che ha utilizzato le tecniche classiche del decoro del vetro per un effetto modernissimo. Dai musei vaticani al Principe di Savoia di Milano, alla moschea di Casablanca, dalla boutique di Cartier in via Montenapoleone a Milano a quelle di Dolce & Gabbana nel mondo (illuminati da tanti Taif) a Vuitton (che ha scelto Exagon, una cascata di dischi di vetro con inciso il suo marchio), Barovier e Toso continuano la tradizione della magica esclusiva raffinatezza del vetro di Murano. (mb49)

Le case d’asta del settore specifico fanno mediamente un 30% di venduto.
La merce non venduta (70%) rimane inevitabilmente indicizzata con foto,descrizione e prezzo su tutti i siti specialistici. Pertanto l’oggetto rimane “bruciato” sul mercato per moltissimi anni con un pregiudizio negativo legato a tale pubblicazione.
I tempi per l’inserimento in asta e liquidazione sono sempre molto lenti.
Gognabros offre un servizio molto più performante.
Avvio immediato della procedura di perizia gratuita, acquisto o affido.
In caso di affido i tempi per la gestione e vendita si estendono al massimo in 2 settimane.
La gestione delle opere in affido è totalmente gratuita, professionale, tempestiva e assicurata.
Gognabros propone direttamente la merce alla migliore clientela nazionale e internazionale senza passare da alcun sito on line. Le opere vengono proposte individualmente ad ogni cliente.
Le informazioni commerciali rimangono totalmente riservate, in caso di invenduto non è pregiudicata la vendibilità futura dell’oggetto, che rimane “vergine” sul mercato.
La percentuale di venduto di Gognabros è oltre il 95%.
Gognabros, su vostro incarico, esegue: ricerca, acquisto gestione ecommercializzazione di opere d’arte internazionali a fini speculativi o culturali.
Il rendimento e la soddisfazione che ne consegono non hanno paragoni con qualsiasi altro tipo di investimento.


antiquariato gognasrl

GOGNABROS si occupa di restauro e commercio tradizionale di antiquariato dal 1959.

Dal 1998 ha come attività prevalente il commercio elettronico di antiquariato.

La tradizione antiquaria familiare e l’adattamento ai nuovi sistemi di vendita, sono le basi sulle quali i fratelli Guido e Gabriele Gogna hanno ideato il sito di vendite on line WWW.GOGNABROS.IT.

La sede principale si trova a Tortona (AL) nel nord-ovest Italiano.

Una fitta rete di raccoglitori ed il nome conosciuto a livello nazionale, ci permettono di acquistare quotidianamente antiquariato e arredi di alta qualità prodotti in Italia, antichi e moderni.

Personale e magazzini sono adeguati al commercio Internazionale.

Ogni opera o articolo è on-line completo di descrizione, misure, prezzi e aggiornamenti quotidiani.

Imballo e spedizione per ogni articolo sono possibili in tutto il mondo.

Per i commercianti stranieri offriamo deposito gratuito della merce prenotata fino al raggiungimento del volume desiderato.

Tra i nostri servizi la possibilità di definire condizioni personalizzate.
sito online antichita

Presso la nostra sede è disponibile una biblioteca che vanta 3300 volumi rari, tra monografie e libri d’arte.

Vi invitiamo a consultare gratuitamente tutti i nostri testi per le vostre ricerche.


biblioteca libri rari

Siamo promotori della produzione antiquaria italiana; utilizzando come canale principale di vendita il nostro sito www.gognabros.it raggiungiamo clienti in ogni parte del mondo.

Forniamo certificazioni artistiche e certificazioni scientifiche avvalendoci dei migliori esperti internazionali.

Grande visibilità è giunta anche dalle vendite eBay, con il nome di “gognasrl” siamo stati certificati dalla piattaforma ebay.it, per due anni consecutivi, numero uno in Italia per fatturato e per oggetti venduti nella categoria arte e antiquariato.

Più di 14000 clienti diversi nel mondo.

60 mila aste pubblicate con un feedback positivo al 100%

La profonda conoscenza del mercato e l’abituale collaborazione con i maggiori mercanti italiani ci permette di reperire, in qualità e quantità, opere italiane assecondando rapidamente anche il collezionista più esigente.

Cercate i nostri articoli pubblicati quotidianamente su www.gognabros.it

Parte di essi, in alternativa, sono proposti tramite Ebay con asta senza riserva a partire da 1€..

Seguiteci!

 

antiquariato antichita aste

Compro Vetro barovier & toso perizia gratuita, offerta immediata gratis.

Stima Vetro barovier & toso valutazione gratuita, perizia.
Prezzo Vetro barovier & toso , prezzi di mercato, quotazioni.
Quanto vale Vetro barovier & toso? , quanto costa Vetro barovier & toso?
Invia le tue foto di Vetro barovier & toso a info@gognasrl.it prezzo on-line gratis.
Gognabros acquista, compra,quota, vende Vetro barovier & toso pagamento contante.
Servizio di affidamento, certificazione scientifica, certificazione artistica,
expertise, deposito, gestione,quotazione, vendita, investimento per Vetro barovier & toso.
Contatta Gognabros anche su whatsapp per una consulenza gratuita immediata per Vetro barovier & toso.
Gabriele Gogna +39 3495505531
Guido Gogna +39 3471341137