Minerbi Arrigo Scultore

ARTICOLO NON DISPONIBILE

 

Minerbi Arrigo (Ferrara, 1881 – Padova, 1960). Scultore italiano molto noto e apprezzato, inizia il proprio percorso come allievo alla Scuola Civica d’Arte di Ferrara. Trasferitosi a Firenze vi frequenta la Scuola Libera del Nudo dell’Accademia di Belle Arti, dove è  allievo di Giovanni Fattori, e approfondisce la conoscenza della scultura rinascimentale, che emergerà nelle sue opere successive. Si sposta a Genova, dove stringe una grande amicizia con Gaetano Previati, di cui realizzerà nel 1921 la  maschera funebre in marmo. Mantiene forti contatti con Ferrara, da dove gli giungono molte commissioni, soprattutto per sculture funerarie e opere decorative: le decorazioni del bar Parisina (1910), il colossale Nettuno in cemento armato (1909 -1910), collocato sul promontorio di Monterosso al Mare (oggi ancora in loco), il Ritratto della madre (1911-13, Milano, Galleria d’Arte Moderna), tradotto in marmo con la collaborazione di Adolfo Wildt nel 1919, conosciuto a Milano dove si è nel frattempo trasferito. Profondamente coinvolto dal clima di intenso patriottismo dell’epoca, realizza la Vittoria del Piave (destinata al Monumento ai Caduti di Oggiono, Milano) e il Trittico di Cesare Battisti. La prima, più volte rielaborata, fusa in bronzo nel 1923 e caratterizzata da una sinuosa linea liberty, riscuote grande successo, tanto che ne vengono realizzati altri due esemplari, uno presso la Torre della Vittoria di Ferrara  (1924), e un secondo (1935) all’ingresso del Vittoriale di Gabriele D’Annunzio, suo grande ammiratore. I tre ritratti di Cesare Battisti (il Soldato, in bronzo, e l’Apostolo e il Martire in marmo) denotano una notevole sensibilità ritrattistica e psicologica, e mostrano nella virtuosistica levigatezza e nella vena patetica l’influsso dello scultore Adolfo Wildt.  Presentato all’Esposizione Fiorentina nel 1922, è acquistato dai  Savoia che lo donano al Museo del Risorgimento di Trento (Castello del Buonconsiglio) dove tuttora è conservato. La fama di Minerbi  è ormai consolidata; nel 1919 si tiene a Milano, alla Galleria Pesaro, la sua prima mostra personale dove fra l’altro espone Mattino di primavera,  nudo femminile in marmo finemente levigato (oggi alla Galleria d’Arte Moderna di Roma), Il nuraghe (1915) e Il falco (1915, Museo d’Arte Moderna, Ferrara), entrambi in cera, nei quali al naturalismo si coniuga un’intensa espressività che ricorda Rodin. Nel 1920 realizza il levigato marmo dell’Annunciata (Collezione Marta Marzotto), originale interpretazione della Vergine. Gli anni Venti sono un periodo di intensa attività, soprattutto nell’ambito della scultura funeraria di committenza privata e dei monumenti ai caduti della Grande Guerra: Monumento ai caduti di Bondeno, presso Ferrara (1925), Monumento al medico caduto in guerra (1924, Cortile della Scuola di Sanità Militare di Firenze), inaugurato alla presenza dei sovrani, ancora improntato a un linguaggio simbolico e debitore dell’esempio di Rodin per l’espressività patetica dei visi; vira invece al verismo il gruppo bronzeo di S. Francesco che predica agli uccelli (1925 – 27, Edicola Cusini, Cimitero Monumentale di Milano). Infine nel 1927 realizza in marmo il busto di Eleonora Duse (oggi al Museo della Scala di Milano), e nel 1930  il bassorilievo Maternità, per la clinica Mangiagalli di Milano. Negli anni Trenta  il suo linguaggio  volge a una chiave  più tradizionale e naturalistica, con riferimenti  espliciti al passato, soprattutto al Rinascimento e al Classicismo seicentesco, di cui è chiara espressione L’Ultima Cena (1930), raffigurazione a tutto tondo e con fusione in argento, conservata nella Cattedrale di Oslo. Nel 1932 la Biennale di Venezia gli riserva una sala personale; tra il 1935 e il 1945 è impegnato nella realizzazione del Monumento funebre di Luisa D’Annunzio, madre del poeta, realizzato in marmo bianco di Carrara, il cui  elegante manierismo evoca la poesia dannunziana (Cattedrale di S. Cetteo, Pescara). Nel 1936 gli viene commissionata dal Cardinale Schuster la realizzazione in bronzo di una porta (la prima a sinistra) della facciata del duomo di Milano, che però a causa della guerra  riuscirà a portare a termine solo nel 1948. Nel 1939 è chiamato  al Vittoriale per realizzare  la maschera funebre di D’Annunzio (Sala dei Calchi, Vittoriale). Alla fine della guerra (durante la quale è costretto a nascondersi in quanto ebreo), riprende l’attività soprattutto nel campo dell’arte sacra e funeraria. Tra le tante  opere, la gigantesca Madonna in rame sbalzato, collocata nel 1953 su Monte Mario a Roma. Molte sue opere sono presenti in importanti  Gallerie di Arte Moderna e in varie collezioni sia in Italia che all’estero. (mb49)

Le case d’asta del settore specifico fanno mediamente un 30% di venduto.
La merce non venduta (70%) rimane inevitabilmente indicizzata con foto,descrizione e prezzo su tutti i siti specialistici. Pertanto l’oggetto rimane “bruciato” sul mercato per moltissimi anni con un pregiudizio negativo legato a tale pubblicazione.
I tempi per l’inserimento in asta e liquidazione sono sempre molto lenti.
Gognabros offre un servizio molto più performante.
Avvio immediato della procedura di perizia gratuita, acquisto o affido.
In caso di affido i tempi per la gestione e vendita si estendono al massimo in 2 settimane.
La gestione delle opere in affido è totalmente gratuita, professionale, tempestiva e assicurata.
Gognabros propone direttamente la merce alla migliore clientela nazionale e internazionale senza passare da alcun sito on line. Le opere vengono proposte individualmente ad ogni cliente.
Le informazioni commerciali rimangono totalmente riservate, in caso di invenduto non è pregiudicata la vendibilità futura dell’oggetto, che rimane “vergine” sul mercato.
La percentuale di venduto di Gognabros è oltre il 95%.
Gognabros, su vostro incarico, esegue: ricerca, acquisto gestione ecommercializzazione di opere d’arte internazionali a fini speculativi o culturali.
Il rendimento e la soddisfazione che ne consegono non hanno paragoni con qualsiasi altro tipo di investimento.


antiquariato gognasrl

GOGNABROS si occupa di restauro e commercio tradizionale di antiquariato dal 1959.

Dal 1998 ha come attività prevalente il commercio elettronico di antiquariato.

La tradizione antiquaria familiare e l’adattamento ai nuovi sistemi di vendita, sono le basi sulle quali i fratelli Guido e Gabriele Gogna hanno ideato il sito di vendite on line WWW.GOGNABROS.IT.

La sede principale si trova a Tortona (AL) nel nord-ovest Italiano.

Una fitta rete di raccoglitori ed il nome conosciuto a livello nazionale, ci permettono di acquistare quotidianamente antiquariato e arredi di alta qualità prodotti in Italia, antichi e moderni.

Personale e magazzini sono adeguati al commercio Internazionale.

Ogni opera o articolo è on-line completo di descrizione, misure, prezzi e aggiornamenti quotidiani.

Imballo e spedizione per ogni articolo sono possibili in tutto il mondo.

Per i commercianti stranieri offriamo deposito gratuito della merce prenotata fino al raggiungimento del volume desiderato.

Tra i nostri servizi la possibilità di definire condizioni personalizzate.
sito online antichita

Presso la nostra sede è disponibile una biblioteca che vanta 3300 volumi rari, tra monografie e libri d’arte.

Vi invitiamo a consultare gratuitamente tutti i nostri testi per le vostre ricerche.


biblioteca libri rari

Siamo promotori della produzione antiquaria italiana; utilizzando come canale principale di vendita il nostro sito www.gognabros.it raggiungiamo clienti in ogni parte del mondo.

Forniamo certificazioni artistiche e certificazioni scientifiche avvalendoci dei migliori esperti internazionali.

Grande visibilità è giunta anche dalle vendite eBay, con il nome di “gognasrl” siamo stati certificati dalla piattaforma ebay.it, per due anni consecutivi, numero uno in Italia per fatturato e per oggetti venduti nella categoria arte e antiquariato.

Più di 14000 clienti diversi nel mondo.

60 mila aste pubblicate con un feedback positivo al 100%

La profonda conoscenza del mercato e l’abituale collaborazione con i maggiori mercanti italiani ci permette di reperire, in qualità e quantità, opere italiane assecondando rapidamente anche il collezionista più esigente.

Cercate i nostri articoli pubblicati quotidianamente su www.gognabros.it

Parte di essi, in alternativa, sono proposti tramite Ebay con asta senza riserva a partire da 1€..

Seguiteci!

 

antiquariato antichita aste

Compro arrigo minerbi perizia gratuita, offerta immediata gratis.

Stima arrigo minerbi valutazione gratuita, perizia.
Prezzo arrigo minerbi , prezzi di mercato, quotazioni.
Quanto vale arrigo minerbi? , quanto costa arrigo minerbi?
Invia le tue foto di arrigo minerbi a info@gognasrl.it prezzo on-line gratis.
Gognabros acquista, compra,quota, vende arrigo minerbi pagamento contante.
Servizio di affidamento, certificazione scientifica, certificazione artistica,
expertise, deposito, gestione,quotazione, vendita, investimento per arrigo minerbi.
Contatta Gognabros anche su whatsapp per una consulenza gratuita immediata per arrigo minerbi.
Gabriele Gogna +39 3495505531
Guido Gogna +39 3471341137