Monbro Georges

Georges-Alphonse-Bonifacio Monbro, Parigi 1807 – 1884. Conosciuto come Monbro Aîné. Ebanista, antiquario, mercante. Figlio di Georges-Bonifacio, ebanista, eredita l’attività paterna che sotto il suo impulso diventa una delle più importanti di Parigi. Intorno al 1850 apre una succursale anche a Londra. Attivo tanto nel restauro che nella fabbricazione di mobili, si specializza negli stili storici, (Luigi XIV, XV, XVI) con una predilezione per lo stile neorinascimentale. I suoi mobili piacciono ai Reali, che li acquistano per arredare le proprie residenze, in particolare il Palazzo di Saint-Cloud e il castello di Fontainebleau; all’Exposition des Produits de l’Industrie Française nel 1844 presenta due tavolini in ebano ornati di cuoio, che vengono acquistatti dal Re Louis-Philippe. Tipica della sua produzione l’associazione dell’ebano e delle pietre dure, la ricchezza della decorazione, spesso caratterizzata da vasi di fiori realizzati con pietre dure e marmi policromi, da fregi in bronzo cesellato e dorato, da motivi à godron

Monbro Georges

Georges-Alphonse-Bonifacio Monbro, Parigi 1807 – 1884. Conosciuto come Monbro Aîné. Ebanista, antiquario, mercante. Figlio di Georges-Bonifacio, ebanista, eredita l’attività paterna che sotto il suo impulso diventa una delle più importanti di Parigi. Intorno al 1850 apre una succursale anche a Londra. Attivo tanto nel restauro che nella fabbricazione di mobili, si specializza negli stili storici, (Luigi XIV, XV, XVI) con una predilezione per lo stile neorinascimentale. I suoi mobili piacciono ai Reali, che li acquistano per arredare le proprie residenze, in particolare il Palazzo di Saint-Cloud e il castello di Fontainebleau; all’Exposition des Produits de l’Industrie Française nel 1844 presenta due tavolini in ebano ornati di cuoio, che vengono acquistatti dal Re Louis-Philippe. Tipica della sua produzione l’associazione dell’ebano e delle pietre dure, la ricchezza della decorazione, spesso caratterizzata da vasi di fiori realizzati con pietre dure e marmi policromi, da fregi in bronzo cesellato e dorato, da motivi à godron

Monbro Georges

Georges-Alphonse-Bonifacio Monbro, Parigi 1807 – 1884. Conosciuto come Monbro Aîné. Ebanista, antiquario, mercante. Figlio di Georges-Bonifacio, ebanista, eredita l’attività paterna che sotto il suo impulso diventa una delle più importanti di Parigi. Intorno al 1850 apre una succursale anche a Londra. Attivo tanto nel restauro che nella fabbricazione di mobili, si specializza negli stili storici, (Luigi XIV, XV, XVI) con una predilezione per lo stile neorinascimentale. I suoi mobili piacciono ai Reali, che li acquistano per arredare le proprie residenze, in particolare il Palazzo di Saint-Cloud e il castello di Fontainebleau; all’Exposition des Produits de l’Industrie Française nel 1844 presenta due tavolini in ebano ornati di cuoio, che vengono acquistatti dal Re Louis-Philippe. Tipica della sua produzione l’associazione dell’ebano e delle pietre dure, la ricchezza della decorazione, spesso caratterizzata da vasi di fiori realizzati con pietre dure e marmi policromi, da fregi in bronzo cesellato e dorato, da motivi à godron

Monbro Georges

Georges-Alphonse-Bonifacio Monbro, Parigi 1807 – 1884. Conosciuto come Monbro Aîné. Ebanista, antiquario, mercante. Figlio di Georges-Bonifacio, ebanista, eredita l’attività paterna che sotto il suo impulso diventa una delle più importanti di Parigi. Intorno al 1850 apre una succursale anche a Londra. Attivo tanto nel restauro che nella fabbricazione di mobili, si specializza negli stili storici, (Luigi XIV, XV, XVI) con una predilezione per lo stile neorinascimentale. I suoi mobili piacciono ai Reali, che li acquistano per arredare le proprie residenze, in particolare il Palazzo di Saint-Cloud e il castello di Fontainebleau; all’Exposition des Produits de l’Industrie Française nel 1844 presenta due tavolini in ebano ornati di cuoio, che vengono acquistatti dal Re Louis-Philippe. Tipica della sua produzione l’associazione dell’ebano e delle pietre dure, la ricchezza della decorazione, spesso caratterizzata da vasi di fiori realizzati con pietre dure e marmi policromi, da fregi in bronzo cesellato e dorato, da motivi à godron

Monbro Georges

Georges-Alphonse-Bonifacio Monbro, Parigi 1807 – 1884. Conosciuto come Monbro Aîné. Ebanista, antiquario, mercante. Figlio di Georges-Bonifacio, ebanista, eredita l’attività paterna che sotto il suo impulso diventa una delle più importanti di Parigi. Intorno al 1850 apre una succursale anche a Londra. Attivo tanto nel restauro che nella fabbricazione di mobili, si specializza negli stili storici, (Luigi XIV, XV, XVI) con una predilezione per lo stile neorinascimentale. I suoi mobili piacciono ai Reali, che li acquistano per arredare le proprie residenze, in particolare il Palazzo di Saint-Cloud e il castello di Fontainebleau; all’Exposition des Produits de l’Industrie Française nel 1844 presenta due tavolini in ebano ornati di cuoio, che vengono acquistatti dal Re Louis-Philippe. Tipica della sua produzione l’associazione dell’ebano e delle pietre dure, la ricchezza della decorazione, spesso caratterizzata da vasi di fiori realizzati con pietre dure e marmi policromi, da fregi in bronzo cesellato e dorato, da motivi à godron