Dott. Cav. Arabella Cifani
Storico ed esperto d’Arte
Perito d’Arte del Tribunale
di Torino
Iscritta al Ruolo dei Periti e degli Esperti della Camera di Commercio
di Torino

 

Il pittore Octavianus Monfort era noto fino al 1990 solo attraverso un gruppo di miniature, firmate e datate, raffiguranti nature morte, che si scalavano cronologicamente fra 1680 e 1689; e per una serie di miniature firmate ma non datate, sempre raffiguranti nature morte o, in qualche caso, scene sacre.
I nostri studi (1990) hanno in seguito permesso di scoprire un fondamentale documento che lo riguarda: una Patente di favore della duchessa Cristina di Francia il 24 marzo 1646; in essa si dichiara che il “vassallo Ottaviano Monforte fatto studio della miniatura e fatto profitto non mediocre in quella” riceverà per tale motivo una pensione annuale di 1200 lire d’argento. Il documento sposta di almeno 34 anni all’indietro l’attività del pittore, che nel 1646 risulta essere personalità già formata ed attiva; la Patente è anche preziosa testimonianza di un preciso gradimento della sua arte da parte della corte sabauda all’inizio della sua carriera. Nell’occasione del nostro studio del 1990 abbiamo anche rinvenuto l’atto di morte del pittore, avvenuta a Torino il 10 maggio 1696.
Monfort fu molto attivo a Torino. La sua pittura, decorativa e sempre molto ben riconoscibile sul piano stilistico per via della fine trattazione dei dettagli e per il delicato effetto “soffiato” del colore, fu assai imitata e gli epigoni sono numerosi e al presente non sempre ben identificabili.
Il citato documento del 1646 testimonia dunque che l’attività di Monfort si estende per circa un cinquantennio; le opere note datate si scalano invece, per ora, solo nel decennio ‘80-‘90 del Seicento: mancano pertanto riferimenti allo stile giovanile dell’artista e a quello ancora più tardo che giunge fino all’anno della morte (1696). La quantità di opere del Monfort note sia in collezioni pubbliche che private è molto alta: considerando che per eseguire pergamene di tale tipo e con tanta finitezza di dettagli era necessario non poco tempo, riteniamo che Monfort abbia potuto avere un atelier proprio nel quale allievi abbiano coadiuvato il maestro nella creazione di dipinti, che in Piemonte conobbero una costante fortuna di mercato per tutta la seconda metà del Seicento.


Octavianus Monfort, Natura morta
Mercato antiquario, già nel Castello di Settime

 


Octavianus Monfort, Natura morta
Mercato antiquario, già nel Castello di Settime

Il percorso culturale del Monfort, nel quale l’influsso di Giovanna Garzoni, di Nicolas Robert e di Carlo Conti appare molto forte. Monfort conosceva assai bene le miniature di Giovanna Garzoni (attiva per la corte sabauda fra 1632 e 1637); in particolare, appare dipendere dalla illustre miniaturista marchigiana soprattutto per la tecnica, delicatamente espressa con una pittura granulare e puntinata, e per la trattazione di elementi naturalistici come i fiori, molto vicini per stile a quelli che realizzava la grande artista. A Torino in epoca secentesca, sia nella prima metà del secolo che nella seconda, furono molti i pittori attivi nel settore delle pergamene istoriate con nature morte, a volte con l’aggiunta di altri elementi, prevalentemente sacri. Nelle sue opere si trovano anche influssi ed aggiornamenti culturali di stampo francese, soprattutto con riferimenti ai modi del parigino Louis Moillon (1609/10 -1696).
Significativo anche il retaggio dall’ancor poco noto Carlo Conti, pittore appartenente ad una famiglia di artisti di origine romana attivo a Torino come autore di nature morte e scenografie fra dal 1626 al 1680, e morto nella città subalpina nel 1685. Conti, di cui si conoscono pergamene miniate e firmate con nature morte, che evidenziano una contiguità non casuale con l’opera del Monfort, fu forse alle origini dello sviluppo del genere in Piemonte.


Louis Moillon, Natura morta,
Mercato antiquario


Carlo Conti, firmato
Natura morta, collezione privata

Monfort delinea dunque la composizione delle nature morte con stile ben preciso e riconoscibile, delicato e soffuso, con una forte marcatura degli effetti volumetrici e chiaroscurali del frutti. Molto attenta la ricerca sulle ombre portate, che contribuisce ad aumentare l’effetto plastico.


Octavianus Monfort, Natura morta
Firmato e datato 1685
Collezione privata

Monfort si appoggiava ad uno scultore in legno, ancora sconosciuto, che gli preparava le belle cornici intaglia e dorate che decorano solitamente le sue opere.
.

Octavianus Monfort, Natura morta
Mercato antiquario

Octavianus Monfort, Nature morte
Museo Civico di Palazzo Mazzetti Asti


Octavianus Monfort, Nature morte, Casa d’Aste Della Rocca

Octavianus Monfort, Natura morta
Mercato antiquario

Octavianus Monfort, Natura morta
Mercato antiquario


Octavianus Monfort, Natura morta, Collezione privata

Octavianus Monfort, Natura morta
Firmato Collezione privata

Considerata la loro particolare importanza, le due opere saranno oggetto di segnalazione specifica all’interno di un nostro studio su temi e novità della natura morta piemontese.

Bibliografia:
Paride Chiapatti, Marco Rosci, Octavianus Monfort, Torino 1985;
Scheda di Andreina Griseri, “Octavianus Monfort”, in: AA.VV., La natura morta in Italia, tomo primo, Milano 1989, pp. 189-191;
Diana Trionfatrice. Arte di corte nel Piemonte del Seicento, Torino 1989, scheda Octavianus Monfort, a cura di Silvana Pettenati, pp. 145-146;
Arabella Cifani, Franco Monetti, “Il vassallo Ottaviano Monforte”, in: Arte e artisti nel Piemonte del Seicento. Nuove scoperte e nuovi orientamenti, Torino 1990, pp. 165-66;
A. Cifani, F. Monetti, I piaceri e le grazie. Collezionismo, pittura di genere e di paesaggio fra Sei e Settecento in Piemonte, Torino 1993, vol. I e II, ad vocem Monfort, ivi ulteriore bibliografia;
Le collezioni civiche di Asti: materiali di studio per il riallestimento, a cura di Elena Ragusa e Andrea Rocco, Asti 2001, pp. 147-149.

 

Perché vi sconsigliamo di mettere in asta Octavianus Monfort?

Il venduto delle case d’asta d’antiquariato si aggira mediamente sul 30%:
la merce invenduta (70%) rimane inevitabilmente indicizzata su tutti i siti specialistici con foto, descrizione e prezzo, con un pregiudizio negativo e “bruciandosi” pertanto sul mercato.
Inoltre, i tempi per l’inserimento in asta e la liquidazione sono sempre molto lenti.

Perché affidare a Gogna Octavianus Monfort?

Gogna offre un servizio molto più performante: avvio immediato della procedura di perizia gratuita, acquisto o affidamento antiquariato.

Tempi brevi: i tempi per la gestione e vendita si protraggono al massimo per 2 settimane.

Zero spese: la gestione delle opere in affido è totalmente gratuita, professionale, tempestiva e assicurata.
Privacy e vendibilità garantite: la merce viene proposta direttamente e individualmente alla migliore clientela nazionale e internazionale, senza passare da alcun sito online, e rimane “vergine” sul mercato.

La percentuale di venduto di Gogna è oltre il 95%.

Vuoi investire acquistando Octavianus Monfort o in opere d’arte?

Gogna esegue ricerca, acquisto gestione e commercializzazione di opere d’arte internazionali a fini speculativi o culturali.
Il rendimento e la soddisfazione che ne conseguono non hanno paragoni con qualsiasi altro tipo di investimento.

Affidaci Octavianus Monfort

Invia le tue foto di Octavianus Monfort a info@gognasrl.it: prezzo online gratis.
Gogna acquista, compra, quota, vende Octavianus Monfort pagamento contanti.
Servizio di affidamento, certificazione scientifica, certificazione artistica, expertise, deposito, gestione, quotazione, vendita, investimento per Octavianus Monfort.

Contatta Gogna anche su WhatsApp per una consulenza gratuita immediata per Octavianus Monfort.

Ogni giorno Gogna valuta decine di proposte d’acquisto sia di singoli pezzi che di gruppi, raccolte, collezioni e interi arredi: direttamente e con pagamento immediato, alle più alte valutazioni di mercato.

Massima celerità / Migliaia di clienti soddisfatti in Italia e all’estero

> Gogna Compra Octavianus Monfort, offerta immediata.

> Stima Octavianus Monfort valutazione gratuita, perizia.
> Prezzo Octavianus Monfort, prezzi di mercato, quotazioni.
> Quanto vale Octavianus Monfort? Quanto costa Octavianus Monfort?
Contattaci!

Chi è Gogna Bros

INVESTIMENTI SICURI PER CHI VENDE E COMPRA ANTICHITÀ

Professionisti del settore Antiquariato e Restauro dal 1959, Gogna tratta con estrema passione e competenza oggetti antichi e opere d’arte di alto pregio, in Italia e nel mondo, guidando appassionati, collezionisti e investitori alla scoperta della storia e del reale valore di ogni singolo pezzo.
La profonda conoscenza della storia dell’arte e del mercato antiquario e la solida collaborazione con i maggiori mercanti italiani ci permettono di soddisfare anche il collezionista più esigente, trovando per ognuno, sempre, la migliore opportunità di investimento.
Grazie a una fitta rete di raccoglitori e alla notorietà a livello nazionale, le nostre collezioni sono costantemente aggiornate e in crescita, con acquisti quotidiani di antiquariato e arredi di alta qualità, anche su richiesta.
Disponiamo di personale e magazzini adatti al commercio internazionale e garantiamo imballo e spedizione in tutto il mondo.

image

Tuteliamo i Vostri acquisti e investimenti

Gogna fornisce certificazioni artistiche e scientifiche* in collaborazione con i migliori periti internazionali *in conformità alla legge n° 1062 del 20/11/1971

image

Risorse per il sapere

Presso la nostra sede è disponibile una biblioteca con 3300 volumi rari tra monografie e libri d’arte, che potrete consultare liberamente per le vostre ricerche.

Fratelli Gogna Antiquariato
Fratelli Gogna Antiquariato Sede

Più di 12000 clienti unici in tutto il mondo

 

Feedback positivo al 100% su 60 mila aste